L’orto di Alma: per un gusto sostenibile

5 July 2014

5 luglio: Reunion. Inaugurato da Duccio Caccioni, marketing & quality manager del CAAB Bo, il nuovo orto della Scuola realizzato in permacultura.

Gusto e sostenibilità: sono queste le parole chiave alla base del progetto di un orto biologico di Alma. L’inaugurazione ha segnato l’apertura dell’ultima giornata della Reunion 2014 nel grande giardino di Villa Guastavillani. “L’orto – come ha spiegato Duccio Caccioni, marketing & quality manager del CAAB – Centro Agro Alimentare di Bologna – sarà coltivato secondo il metodo della permacultura, che valorizza la biodiversità accostando specie botaniche diverse, che possono però essere complementari, ed evita qualsiasi trattamento antiparassitario, anche quelli permessi dai regolamenti sulla coltivazione biologica.

Sono state inserite diverse piante autoctone e molte piante officinali, ma selvatiche, non abitualmente coltivate, oltre ad alcune essenze di fiori che tengono lontani gli insetti.

L’orto ha una superficie di 200 metri quadrati. La previsione di produzione è di una tonnellata di prodotti in 12 mesi che saranno usati per preparare i piatti nel ristorante della scuola.




ISCRIZIONE

Oops! Non è stato possibile trovare il tuo modulo.

Back To Top