My Story, Our Story: Armin e Priscila, da BBS al Growth Hacking

7 February 2018

Armin Zadakbar è un giovane imprenditore e alumnus di BBS, fondatore di The Armin Bar, un’agenzia di Growth Hacking che opera tra New York e Milano. Priscila Hernandez ha appena completato il suo Global MBA a BBS ed ha da poco iniziato la sua avventura lavorativa presso The Armin Bar.

 

COME TI DESCRIVERESTI AD UN ESTRANEO?

ARMIN: Sono un individuo dinamico con un’esperienza di vita e di lavoro internazionale. Il mio viaggio è iniziato a Teheran in Iran, dove sono nato e cresciuto, ma ho allargato i miei orizzonti verso l’Europa e gli Stati Uniti. Sono un hustler a tempo pieno, ma socievole con la compagnia giusta e mi piace staccare la spina con lo yoga, per schiarirmi le idee. Sono stato italianizzato al punto che mi sento a casa qui più che altrove.

PRISCILA: Sono un’appassionata di arte, una viaggiatrice entusiasta e una donna molto creativa. Sono nata e cresciuta in Messico, nella città di Monterrey. Da ragazzina, quando non vivevo le straordinarie avventure all’aria aperta nelle montagne di Chipinque (nella Sierra Madre Orientale), mi cacciavo nei guai a scuola oppure dipingevo nel tempo libero. Mi piace essere in costante cambiamento, anche se rimango sempre fedele alle mie radici e alla mia intuizione.

 

E COME DESCRIVERESTI IL TUO COLLEGA?

ARMIN: Priscila, è una persona appassionata e intelligente che può essere una risorsa preziosa per qualsiasi squadra, ma è soprattutto brava con le persone. È una persona solare e affidabile e non devo preoccuparmi di nulla di cui lei è responsabile.

PRISCILA: Armin è una persona molto determinata e assertiva, orientata agli obiettivi e un eccezionale comunicatore. Un imprenditore ispirato, che ha una visione e una grande voglia di fare. È stato ed è tuttora un grande mentore, aspetto per il quale mi sento particolarmente fortunata.

 

QUAL È STATO AD OGGI IL TUO PERCORSO DI STUDI E PROFESSIONALE?

ARMIN: Sono laureato in ingegneria industriale. Dopo alcuni anni di lavoro in questo campo ho frequentato, presso  BBS, il Global MBA in Design, Fashion and Luxury Goods, seguito dalla mia internship nel dipartimento marketing di Automobili Lamborghini, all’epoca un sogno diventato realtà. Nonostante la bellissima esperienza, ho capito che non sono fatto per la vita aziendale ed ho quindi lavorato con diverse startup o piccole e medie imprese da New York a Los Angeles, fino a Roma.

Oltre al mio lavoro a The Armin Bar, sono anche uno de Business Coache selezionati per il programma Horizon 2020 della Commissione Europea (il programma quadro dell’UE per la ricerca e l’innovazione). In questi anni ho aiutato molte start-up e PMI a raggiungere una crescita costante delle loro fatturato attraverso la progettazione e l’ottimizzazione del loro marketing online e offline, nonché delle strategie di business, usando le tecniche di Growth Hacking.

PRISCILA: Nel 2013 mi sono laureata al Centro Roberto Garza Sada (CRGS) dell’UDEM, con una menzione d’onore, in Belle Arti e Graphic Design. Dopo aver completato uno straordinario stage nell’area della CSR di Heineken Mexico, ho avuto l’opportunità di collaborare con grandi associazioni internazionali come AIESEC e Ashoka – che mi hanno dato la possibilità di viaggiare all’estero e di impegnarmi come consulente in vari progetti nel area pubblicità e marketing del marchio. Sono passata dalla Romania al Messico e dagli Stati Uniti all’Italia, dove ho praticamente vissuto a Roma per un anno e mezzo. Mi sono ritrovata immersa nella cultura italiana e da quel momento non sono più riuscita a tornare indietro. Lavorando a Roma con l’agenzia di marketing Media Tools, sono stata fortunata e felice di far parte del team di fondatori di CreativeMornings a Roma: una serie di conferenze-colazioni mensili, che si svolgono in 181 città in tutto il mondo, per celebrare e incoraggiare la creatività.

Il mio lavoro mi piaceva molto, ma in qualche modo sentivo di volere qualcosa di più, o forse di diverso. Dopo il mio soggiorno a Roma ho iniziato il mio viaggio nella scelta di un Master adatto alle mie aspirazioni. Dopo varie raccomandazioni dei miei capi venni a sapere di Bologna Business School, dove ho recentemente terminato il mio MBA in Design, Fashion and Luxury Goods.

 

COME HAI SCELTO BBS E COME È STATA LA TUA ESPERIENZA?

ARMIN: BBS ha attirato la mia attenzione con i track specifici del suo Global MBA, con le aziende che fanno partner del suo business network e con la faculty, composta per lo più da manager. Naturalmente, sulla scelta ha influito anche il fatto che si trovasse in Italia e nello specifico a Bologna! Ho passato uno dei migliori anni della mia vita studiando in BBS, dove non sono cresciuto solo professionalmente, ma anche come persona, a contatto con altri colleghi provenienti da più di 35 paesi diversi. In BBS ho incontrato alcuni dei miei migliori amici, che sono ancora oggi una parte importante della mia vita personale e professionale.

PRISCILA: Lo scorso anno è stato incredibile! In realtà, lo è stata la mia intera esperienza alla BBS! Ho incontrato professori e membri dello staff straordinari, oltre ai cari colleghi ora diventati amici. Ciò che ha attirato la mia attenzione è stata la varietà di MBA proposti, in particolare i percorsi Food and Wine e Design and Luxury Goods. L’ampia rete di marchi e aziende che collaborano e sono coinvolti con la Scuola. Il prestigioso e storico background dell’Università di Bologna hanno ulteriormente influito sulla scelta.

 

COME VI SIETE CONOSCIUTI?

ARMIN: Tra maggio e giugno del 2017 BBS mi ha invitato a tenere una presentazione per gli studenti degli MBA internazionali durante il loro career retreat. Lì ho incontrato alcuni studenti con i quali mi sono tenuto in contatto, tra cui Priscila, che ho successivamente invitato a far parte del team della mia nuova startup.

PRISCILA: Tramite la famiglia BBS! Lo scorso maggio, mentre stavo facendo il mio MBA, i miei colleghi ed io abbiamo partecipato ad un incredibile retreat sulle colline di Bertinoro, in Italia. Armin è stato uno dei relatori ospiti ed è così che sono venuto a conoscenza di “The Armin Bar”. Ci siamo tenuti in contatto, in seguito ho affrontato un colloquio di lavoro formale, e il resto è storia! Ho ottenuto il lavoro, ma soprattutto un ottimo mentore e amico.

 

RACCONTATECI QUALCOSA DI PIÙ SU THE ARMIN BAR

ARMIN: The Armin Bar è un’agenzia di growth hacking in rapida crescita tra New York e Milano. Siamo specializzati nella creazione di servizi completi, produzione di video, media a pagamento ed e-commerce. Il nostro team è ancora piccolo, ma passiamo il tempo insieme come una famiglia. Attualmente stiamo servendo clienti provenienti da Israele, Italia, Svizzera, Regno Unito, Paesi Bassi e altri, in diversi settori come moda e beni di lusso, Cybersecurity, Blockchain Technology e Clean Tech.

PRISCILA: Sono molto contenta di essere entrata in questo fantastico team internazionale. Veniamo tutti da background molto diversi tra loro, il che rende la nostra collaborazione particolarmente divertente. Questo è anche uno dei nostri principali vantaggi nell’aggiungere valore e migliorare l’esperienza dei nostri clienti. Crediamo nel potenziale delle aziende con le quali lavoriamo, ed è per questo che pensiamo che non debbano fare affidamento esclusivamente su di noi, ma sul loro team interno. Supportiamo e serviamo l’azienda per insegnare loro a “pescare”, aumentando così la possibilità che riescano a sviluppare un vantaggio competitivo per loro stessi, creando valore a lungo termine sia per l’azienda che per i suoi stakeholder. Abbiamo aiutato numerose aziende in diversi settori, come Behno, InnoSec, PMC e Personal Shop, a raggiungere una grande crescita.

 

COS’È PRECISAMENTE IL GROWTH HACKING?

ARMIN: Il Growth Hacking è l’uso del pensiero laterale, fuori dagli schemi, e della tecnologia, per ottenere in breve tempo una crescita enorme. Collaboriamo con i nostri clienti e sperimentiamo con loro per raggiungere insieme i loro obiettivi.

PRISCILA: Growth Hacking significa fare test creativi e ottimizzare ogni elemento dei nostri esperimenti fino a trovare qualcosa che funzioni. Si tratta di “prove ed errori” e di apprendimento durante il processo, diverso per ogni cliente e marchio. In The Armin Bar Inc., sviluppiamo, implementiamo e trasferiamo il know-how di Digital Business Transformation e Growth Hacking ai nostri clienti attraverso un programma di un anno. A loro volta, i nostri clienti vedranno un aumento delle loro vendite e allo stesso tempo avranno la possibilità di eseguire processi di nuova concezione con il loro team interno. Come valore aggiunto, il nostro team è sempre disponibile per qualsiasi supporto aggiuntivo durante e dopo il programma.

 

COS’È ‘THE ITALIAN PROCESS’?

ARMIN: The Italian Process è un semi-reality show su Facebook e YouTube che mette in mostra e celebra i sognatori ad occhi aperti che spingono se stessi e la loro società verso un futuro migliore. Qui puoi dare un’occhiata al Manifesto del progetto.

PRISCILA: The Italian Process è l’immersione, nostra e di altre persone, nel Paese Italia. Faccio parte del team creativo dello show che presenta il viaggio di sognatori ad occhi aperti e persone che condividono la stessa passione, sfruttando al meglio la vita e il mondo degli affari. Lo show è prodotto da Armin ZadakBar e diretto da Alessandro Best.

 

QUALE SAREBBE IL TUO CONSIGLIO AD UNO STUDENTE O STARTUPPER?

ARMIN: Se si guardano i dati dell’ultimo decennio, quasi tutte le aziende della lista Fortune 500 hanno perso quote di mercato a vantaggio di aziende più piccole. E i nuovi giganti hanno iniziato a crescere: Facebook, Amazon, Salesforce, ecc. La tecnologia non si preoccupa della tua storia sul mercato e Internet ha rimosso quasi tutte le barriere di ingresso che un tempo erano sotto il diretto dominio di una manciata di aziende. Oggi, grazie alla rete, c’è la possibilità di raggiungere il mercato globale e se sei abbastanza bravo, il mercato ti accetterà. Il mio consiglio agli studenti e ai giovani imprenditori è quello di adattare la mentalità di growth hacking e concentrarsi su due cose: la tua stella polare, il tuo scopo, ovvero il quadro generale (il tuo perché) e la tua routine quotidiana (il tuo cosa). Inoltre, non essere troppo romantico nella scelte delle tattiche da adoperare (il tuo come).

PRISCILA: Sii desideroso di imparare. Nella mia esperienza, due delle mie risorse più utili sono state l’educazione e l’empatia. Si usa dire che “non si smette mai di imparare”, ed effettivamente non sai mai da chi potresti imparare. È per questo motivo che trovo fondamentale mantenere la curiosità e una mente aperta. Molti prima di te hanno fatto gli stessi tentativi ed hanno commesso errori, non necessariamente devi fare tutto da solo partendo da zero. Fai un corso completo, trova un consulente o una guida e ricorda che hai assolutamente bisogno dei colleghi che stanno facendo il tuo stesso lavoro e percorso! I tuoi amici non capiranno e non potranno aiutarti. Avrai bisogno dei colleghi con i quali fare network e supportarvi a vicenda per massimizzare la vostra esperienza.

 

 

Armin Zadakbar - Global MBA in Design, Fashion and Luxury Goods, A.A. 2011/2012

Priscila Hernandez - Global MBA in Design, Fashion and Luxury Goods, A.A. 2016/2017

 




ISCRIZIONE

Oops! Non è stato possibile trovare il tuo modulo.

Back To Top