Chiara
Orsingher


Orsingher
ITALIA Professore Associato di Marketing Università di Bologna Core Faculty
Contatto Email Scarica CV

BIO

Professore Associato di Economia e Gestione delle Imprese presso l’Università di Bologna, i suoi interessi di ricerca riguardano la customer satisfaction, il comportamento del consumatore di servizi, il recupero del disservizio e il management delle imprese di servizi, temi su cui ha svolto consulenza in imprese nazionali ed internazionali e pubblicato articoli e libri.

CORSI

La psicologia dell'investitore e la relazione tra consulente e investitore. Come pianificare gli incontri e come sottoporre il questionario Mifid.  Come interpretare le esigenze del cliente in relazione ai suoi obiettivi di vita. 



Wealth Management – Gestione del Patrimonio

Il corso verte sulle principali decisioni da prendere quando si pubblicizza un impresa on-line: gli strumenti utilizzati per la reclamizzazione sul web, i diversi fornitori di servizi pubblicitari, i differenti modelli d’acquisto per lo spazio pubblicitario digitale, le tecniche di targeting pubblicitario e i più importanti KPIs volti alla valutazione della performance del digital advertsing.  



Digital Commerce/Omnichannel Management

ELECTIVE - Nelle imprese manifatturiere la componente di servizio è in crescita. Il service management ha quindi rapidamente acquisito una valenza generale: in ogni impresa è necessario analizzare la relazione con il cliente, misurare la sua soddisfazione, progettare accuratamente le componenti del servizio, prevedere il comportamento di acquisto del consumatore. Del resto, il servizio è “in diretta” così come il nostro modo di comunicare, il management e la leadership. E per progettare, implementare e gestire attività in diretta la risposta principale è una sola: people first. Il workshop percorre l’evoluzione del service management, toccando aspetti specifici quali la customer satisfaction e sistemi di qualità del servizio.



Executive MBA

Le imprese riconoscono sempre di più che il cliente inizia l’esperienza di consumo nel momento in cui interagisce con tutti gli elementi fisici coinvolti nell’esperienza stessa, non solo nella fase di acquisto. Oggi sappiamo che l’ambiente fisico e l’ambiente digitale svolgono molteplici ruoli nella customer experience: modulano il grado di autonomia del cliente durante l’esperienza di consumo, modellano le relazioni tra il cliente e i dipendenti. In misura crescente, l’ambiente fisico e quello digitale sono in grado di influenzare le reazioni cognitive (ad es. la capacità di orientamento) dei clienti, le reazioni affettive (ad es. il piacere) e le reazioni comportamentali (ad es. il desiderio di restare o di allontanarsi). Il corso affronta questi temi fornendo ai partecipanti alcuni solidi fondamenti teorici sugli effetti dell’ambiente di consumo sugli individui, attraverso diversi esempi di come questi principi possono tradursi nel concreto.

Business Innovation Design