My Story, Our Story: Luca Martelli

4 August 2015

Gli Alumni di BBS si raccontano: il prima, il dopo e i ricordi della vita da studente, per una storia di sé e della propria esperienza professionale, per una storia della nostra Community.
Protagonista del settimo episodio è Luca Martelli, Director Identity Manager – Oracle EMEAExecutive MBA X, classe 2011-2013.

La colonna sonora scelta da da Luca è We don’t celebrate Sundays degli Hardcore Superstar.

Ouverture
“Essere nel quotidiano è come la mischia del rugby, bisogna pensare alla linea di meta, alla prossima giornata di lavoro. Il 30-40% della mia giornata è fatto dal pensare nuovi obiettivi”. Luca ha molto chiaro cos’è un percorso di crescita, e aldilà delle metafore sportive pensa agli altri e a se stesso all’interno di costante processo evolutivo.

The story so far
“Ho cominciato nell’IT facendo il consulente negli anni della new economy. Mi sono spostato dal fronte consulenziale alla costruzione dell’offerta, la vendita vera e propria di soluzioni informatiche”. Luca in otto anni ha ricoperto quattro posizioni diverse in tre aziende. Dopo Cambridge Technology Partner e Novell è arrivato in Oracle, nello stesso anno cui si è iscritto al Master in BBS.

Perché BBS
“Volevo allargare i 120 gradi del mio campo visivo e dare un’impronta differente al mio prossimo step, soprattutto grazie a quelle soft skill che tengono assieme i mattoni di una carriera”. L’idea di frequentare un Master girava nella testa di Luca da un po’ di tempo, da circa un anno prima d’iscriversi. Poi il destino ha accelerato tutto, facendogli cominciare il Master e il nuovo lavoro quasi contemporaneamente.
“Volevo dotarmi di nuovi strumenti e ce l’ho fatta. Gli effetti si vedono goccia a goccia, non nell’immediato, ma devo al Master molto del mio percorso da responsabile vendite nel nord Italia ad Identity Manager per l’Europa, il Medio Oriente e l’Africa”.

Percorsi ciclabili
“Sono presidente di una squadra di ciclismo giovanile di 35 bambini dai 7 ai 16 anni a Imola, la mia cittadina. È il tempo che dedico alla mia crescita personale”. Anche qui, per Luca, il bello sta nel vedere un percorso proseguire. Lo vede nei bambini che crescono e in se stesso, presidente dell’associazione da quando aveva 19 anni.
“Per me l’ispirazione viene sempre da esperienze di gruppo, in cui collabori con le persone che hanno volontà di contribuire a qualcosa”.

(Ndr)
In Luca c’è una fiducia quasi positivistica nei percorsi di crescita, negli step successivi, nell’andare avanti. Ma in quale direzione?
“Credo ci siano momenti nel corso della carriera in cui ci si debba fare domande. Personalmente me ne faccio almeno due volte l’anno, perché questo percorso continuativo di revisione del sé porta ad adottare piccoli adattamenti al posto di grandi trasformazioni. Alle volte si è soggetti a cambiamenti esterni, soprattutto nel dinamismo delle grandi aziende americane. L’importante è sapere dove si potrebbe arrivare a breve, per essere dinamici rispetto al cambiamento e non scoprirsi succubi di esso”.

Un consiglio a uno studente
“Non fermarti dopo aver completato un Master. Hai già scelto di continuare e devi continuare a farlo rispetto l’autoapprendimento e il confronto con gli altri, coi propri compagni attuali e futuri. Questo è lo strumento più efficace, anche rispetto il fare parte di una Community“.


Vuoi leggere altre storie delle Alumnae e degli Alumni della Community di BBS? Clicca qui.




ISCRIZIONE

Oops! Non è stato possibile trovare il tuo modulo.

Back To Top