Didattica ibrida e futuro della formazione. Intervista a Franco Visani

8 Gennaio, 2021

“L’unica certezza sul futuro? Che non torneremo indietro” così Franco Visani, Academic Director dell’Hybrid MBA in BBS, ci aiuta a guardare ai prossimi sviluppi nel settore della formazione, in cui didattica online e in presenza continueranno ad alternarsi.

In un mare di incertezze dovute alla pandemia, una sola certezza: la necessità di essere flessibili e in grado di gestire una formazione “ibrida”, in parte online e in parte in presenza. Un po’ quello che fa l’Hybrid MBA di BBS, di cui lei è Academic Director, una proposta unica, che si è rivelata al passo con i tempi. Quale immagina che potrà essere il prossimo balzo in avanti nel settore della formazione?

Questa è un’ottima domanda, ma non sono certo di avere una risposta. Chi avrebbe potuto prevedere solo 10 mesi fa che entro la fine dell’anno in BBS avremmo trasferito interi corsi dal live all’online, ne avremmo progettati altri direttamente online e ne avremmo svolti altri ancora in modalità “blended”? Chi avrebbe potuto ipotizzare il successo di una proposta “ibrida” come la nostra, che alterna didattica online con attività formative live (visite aziendali, hackathon, business game, speech)? In sostanza in 10 mesi BBS ha introdotto una serie di innovazioni didattiche che probabilmente superano quelle realizzate nei precedenti 20 anni di vita.

Quindi non è facile sapere cosa ci riserva il futuro, certamente non si tornerà indietro. La didattica online, in maniera più o meno prevalente, avrà senz’altro un ruolo maggiore di quello che aveva in passato. Starà a noi capire quale strutturazione della didattica, quali strumenti tecnologici, quali “espedienti” potranno consentire una massimizzazione della sua efficacia, specie nel favorire l’interazione tra studenti e tra studente e docente.

Sono però anche certo che non si assisterà a un trasferimento in massa dei corsi dal live all’online, perché la didattica in presenza mantiene un valore, sia per i docenti sia per gli studenti, che la didattica online non potrà mai completamente sostituire.

 

In un mondo che cambia sempre più in fretta e in modo sempre più imprevedibile, quanto è importante restare al passo, continuando a formarsi e scegliendo formule in grado di conciliare studio e lavoro?

Questa risposta è decisamente più semplice e già insita nella domanda. In merito c’è una frase di Abraham Lincoln che mi è sempre piaciuta molto: “Io devo studiare sodo e preparare me stesso, perché prima o poi verrà il mio momento.” In questa fase storica estremamente dinamica è fondamentale accrescere le proprie competenze, conoscenze, la propria visione del mondo. Nessuno può sapere quando si iscrive a un Master o altro programma formativo se questo porterà frutti concreti dopo un giorno, 3 mesi o 5 anni. Certamente chi non lo fa verrà progressivamente accantonato, semplicemente perché il mondo va più veloce di lui.

 

Come si declina il concetto di interdisciplinarietà in un contesto come quello dell’Hybrid MBA, in cui i partecipanti sono tutti professionisti, coinvolti in presenza solo per una parte del corso?

Un MBA è interdisciplinare per natura, perché è un percorso formativo trasversale che approfondisce tutti i vari aspetti della vita aziendale: dalle operations al finance, dal marketing all’HR. Noi, favoriti anche dalla flessibilità delle lezioni online, lo abbiamo reso ancor più interdisciplinare, con un apprezzatissimo percorso di mentoring, un hackathon e un Business Game in cui bisogna attivare una serie di capacità e conoscenze diverse e infine una serie di incontri su come il digitale sta cambiando tutte le funzioni aziendali (digital talks). Conoscenza reciproca, contaminazione, capacità di uscire dalla propria “comfort zone” funzionale per vedere cosa c’è “là fuori”. Tutti elementi che arricchiscono i partecipanti come manager, ma a mio avviso anche come donne e uomini. Sicuramente ha arricchito molto me il confronto con tutti i colleghi, manager, imprenditori che a vario titolo hanno deciso di collaborare a questo progetto. Li ringrazio infinitamente per questo.

 



ISCRIZIONE

Back To Top