Wealth Management

GESTIRE IL PATRIMONIO IN MANIERA STRATEGICA

Il corso Wealth Management si rivolge a professionisti che vogliono intraprendere un percorso di crescita nell’ambito della consulenza patrimoniale, adeguando la loro formazione alle recenti disposizioni normative europee (Mifid 2).

Il corso fornisce competenze economiche e strumenti di analisi dei mercati, necessari a operare come consulenti finanziari all’interno di banche e assicurazioni, società di consulenza, agenzie di intermediazione immobiliare o nell’esercizio della libera professione.

Quest’esperienza formativa è un’occasione unica per chi voglia imprimere al proprio percorso professionale una svolta significativa nella direzione in cui la gestione del patrimonio si sta muovendo: il punto di partenza per una carriera basata sulla capacità di interpretare i cambiamenti finanziari e sostenere strategicamente le esigenze dei propri clienti.

 

Combinando il sapere accademico della Faculty con la presenza di professionisti del settore, il corso fornisce competenze economiche e strumenti di analisi dei mercati, necessari a operare come consulenti finanziari all’interno di banche e assicurazioni, società di consulenza, agenzie di intermediazione immobiliare o nell’esercizio della libera professione.


Massimiliano Marzo

Massimiliano Marzo

Direttore Didattico
massimiliano.marzo@bbs.unibo.it

" Il corso per professionisti che vogliono acquisire le conoscenze relative al wealth management per la gestione strategica ed efficiente del patrimonio. "

Massimiliano Marzo

Giovanni Fracasso

Direttore Didattico
giovanni.fracasso@bbs.unibo.it

" Il wealth management affonda le proprie radici nell’alta specializzazione dei banchieri lombardi e toscani, che dal Duecento e fino al Rinascimento, costruiscono una vera e propria egemonia finanziaria gestendo le fortune dei Re, dei Papi e dei mercanti di tutta Europa. Elevate competenze tecniche, gestione del rischio, ars mercatoria ed autorevolezza sono ancora oggi, dopo secoli, gli ingredienti fondamentali del mestiere. A cui occorre aggiungere però nuove soft skills per competere in uno scenario sempre più complesso "

STRUTTURA

Il corso si rivolge a chi vuole intraprendere un percorso di crescita nell’ambito della consulenza patrimoniale, adeguando la formazione alle recenti disposizioni normative europee (Mifid 2).

Il corso è composto da 6 residential, 12 giornate di aula dalle 09.15 alle 17.45.

Le date delle lezioni sono:

  • 18-19 ottobre 2019
  • 15-16 novembre 2019
  • 29-30 novembre 2019
  • 10-11 gennaio 2020
  • 31 gennaio-1 febbraio 2020
  • 28-29 febbraio 2020

CORSI

  • Evoluzione dell’approccio agli investimenti nel tempo
  • Concetti di politica monetaria e fiscale
  • Asimmetria informativa, financial literacy e il ruolo della consulenza finanziaria.  Evoluzione del mercato del risparmio gestito in Italia e in Europa nel post Mifid2


  • Teoria di portafoglio: Capital AssetPricing Model (CAPM). Critiche, limiti ed estensioni al CAPM. I modelli bayesiani e il modello Black-Littermann.  I modelli a budget di rischio.  Modelli Smart Beta.
  • Gestione attiva e gestione passiva: ETF, Fondi. Analisi dettagliata vantaggi e svantaggi per la rete e per il risparmiatore.
  • Gestione di portafogli fixed income ed equity: tecniche di valutazione e comunicazione risultati.
  • Strumenti di analisi e valutazione del risparmio gestito.


  • Risparmio pensionistico e ciclo vitale. Classificazione dei sistemi pensionistici, metodi di finanziamento e regole di calcolo. Sostenibilità sistemi pensionistici.
  • Il rischio demografico e di longevità. Indicatori di convenienza e adeguatezza. La costruzione ottimale di un portafoglio pensionistico.
  • Il processo di riforma della previdenza pubblica e privata in Italia. La previdenza complementare. Costi amministrativi e tassazione agevolata. La gestione finanziaria della previdenza privata e complementare.
  • Il mercato delle assicurazioni: aspetti demografici e finanziari. Il caso Italia e le prospettive di sviluppo.


  • L’analisi delle aspettative  dei clienti. Aspetti percettivi e attentivi sul comportamento. Apprendimento, memoria e rappresentazione mentale. Motivazione, bisogni e coinvolgimento.  Analisi dei processi decisionali del cliente.
  • Strategie euristiche di giudizio. La curva del valore.   Dissonanza cognitiva e decisioni.  La persistenza nelle decisioni.  La valutazione dell’avversione al rischio del cliente.
  • La comunicazione e l’ascolto nella relazione azienda – consulenti. La comunicazione e l’ascolto nella relazione consulenti – clienti
  • Il processo di acquisto dei servizi. Il sistema di erogazione. La partecipazione del cliente al sistema di erogazione. Il ruolo del personale di contatto nella produzione del servizio.


  •  Il patrimonio nel ciclo di vita della famiglia. La mappatura del rischio patrimoniale, dal punto di vista giuridico.
  • Trust (varie tipologie), atti di destinazione, fondo patrimoniale. Prodotti assicurativi. Donazioni.
  • La fiscalità del patrimonio finanziario, patrimoniale, aziendale.
  • L’ottimizzazione fiscale nel passaggio generazionale del patrimonio.


  • Pianificazione dell'innovazione
  • Client e Value Management


  • Fondamenti della Leadership e dinamiche di team
  • Intellingenza emotiva
  • Change Making


METODOLOGIA

I nostri corsi sono caratterizzati da una Faculty di accademici e consulenti. La metodologia didattica si avvale del supporto di una piattaforma di e-learning in cui verranno caricati materiali ed esercitazioni per lo studio e l’approfondimento fra le due sessioni d’aula.

Networking

Il networking si sviluppa tra gli studenti della stessa classe, tra i partecipanti e i docenti, nonché con studenti di altri percorsi o di edizioni precedenti dello stesso programma.

AZIENDE

Nel corso degli anni, i nostri partner sono stati costantemente coinvolti nelle varie attività che compongono la struttura dei nostri programmi. Società appartenenti al nostro network partecipano a project work e lezioni master; essi contribuiscono attivamente a introdurre relatori ospiti e l’organizzazione di visite in azienda. I nostri partner sono i nostri primi sostenitori: sponsorizzano varie borse di studio, ospitano stage degli studenti e forniscono opportunità professionali per i laureati.   Le imprese partner di Bologna Business School sono:

Aeroporto G. Marconi Assicoop Bologna Metropolitana Automobili Lamborghini Bologna Fiere Brevini Power Transmission Camera di Commercio di Bologna Camera di Commercio di Ferrara Camera di Commercio di Forlì-Cesena Camera di Commercio di Modena Camera di Commercio di Rimini Camst Carpigiani Group Cassa di Risparmio in Bologna Confcommercio Emilia Romagna Confindustria Emilia Romagna Coswell Datalogic Ducati Motor Holding Enel Engineering Ingegneria Informatica Expert System Falorni Fastweb Ferrarelle Ferrari Ferretti Group Finalma Fondazione Carisbo Fondazione Cassa Risparmio Cesena Fondazione Cassa Risparmio di Cento Fondazione Cassa Risparmio di Imola Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi Fondazione Cassa di Risparmio di Ferrara Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo Fondazione G. Marconi Fondazione IBM Italia Fondazione Isabella Seràgnoli Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna Fondazione per la Collaborazione tra i Popoli Food Trend Foundation Furla Google Italia Granarolo GroupM Gruppo Coesia Gruppo Sistema H-ART HSPI Haworth Hera Horsa IBM Italia IMA Iconsulting Intesa San Paolo KPMG Advisory Laboratori Guglielmo Marconi Landi Renzo Legacoop Bologna Lighthouse Manutencoop Mape Maps Masai Italia Maserati Microsoft Italia Montenegro N.C.H. Nuovi Cantieri Apuania Olidata Onit Group Opera Santa Maria del Fiore Philip Morris Italia Poltronesofà Regione Emilia-Romagna Ricoh S.E.C.I. Gruppo Industriale Maccaferri SAP SCS Consulting STMicroelectronics Schneider Electric Seps Technogym Teuco The Boston Consulting Group Toyota Material Handling Italia Trevi Group Umberto Cesari UniCredit Unieuro Unindustria Bologna Unipol Vem Sistemi Veronesi Viabizzuno Videoworks Volvo Car Italia WPP Italia Yoox Net-A-Porter Group

COSTI

La quota di iscrizione al programma è di 4.800 euro (più iva) da corrispondersi entro la data di avvio del corso.

La quota comprende la frequenza al programma, tutto il materiale di studio disponibile attraverso la piattaforma on line e l’accesso ai servizi di Bologna Business School, che includono: account personale wi-fi Alma, uso dei pc del Computer Lab, utilizzo delle aree studio e accesso alla palestra interna.

Nel parco della Scuola è disponibile un ampio parcheggio gratuito.

Sono previste agevolazioni:
- per iscrizioni pervenute anticipatamente;
- per le aziende del Business Network;
- per gli Alumni di Alma e Profingest;
- per gruppi di almeno 3 persone.

FONDI INTERPROFESSIONALI

Alumni e Aziende possono verificare la disponibilità di voucher presso il Fondo Interprofessionale di riferimento:

Fondimpresa - per quadri / middle management
Fondo Dirigenti PMI - per dirigenti di PMI industriali
Fonditalia
Fondirigenti - per dirigenti
Fon.Coop - per aziende cooperative

CONTATTI

     
     
     

CONTATTA

    Leggi la nostra privacy policy

SCARICA BROCHURE

     
     
     

REQUISITI

Il corso è riservato ad un massimo di 20 partecipanti.

PROCESSO DI AMMISSIONE

Per iscriversi è sufficiente scaricare la scheda di iscrizione ed inviarla tramite email o fax.

FAQs

Al termine del percorso viene rilasciato un diploma di partecipazione (previo il raggiungimento dell'80% delle ore d'aula).
I documenti utilizzati in aula ed eventuali letture di approfondimento o esercitazioni saranno caricate nella nostra piattaforma, le cui credenziali saranno consegnate in aula.
Qualora un gruppo di colleghi volesse partecipare al programma, è possibile contattare il Program Manager per valutare un prezzo di partecipazione ad hoc.
I nostri corsi brevi non richiedono un percorso di studi specifico. E' importante avere alle spalle alcuni anni di esperienza lavorativa utili a poter contribuire, all'interno dell'aula, apportando casi reali affrontati e soluzioni adottate durante l'attività lavorativa.
Back To Top