Tour d’eccezione per la Community BBS

1 March 2016

Genus Bononiae, Musei nella Città e l’Assessorato Cultura e Sport di Roma, con la Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali presentano a Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni una mostra d’eccezione: Guido Reni e i Carracci. Un atteso ritorno. Capolavori bolognesi dei Musei Capitolini.

Fino al 13 marzo 2016 è possibile ammirare a Bologna, i capolavori dei maestri emiliani visibili esclusivamente a Roma fino a questo momento. Direttamente dai Musei Capitolini di Roma, oltre trenta le opere in esposizione: da Reni ai Carracci, Domenichino, Denis Calvaert e Francesco Albani sono solo alcuni degli autori dei capolavori in esposizione.

Il tour comprende le visite e un concerto finale organizzato in esclusiva per la Community BBS.
Nel dettaglio:

Una visita guidata alla scoperta della mostra e della splendida cornice che la ospita: Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni ed il suo maestoso ciclo di affreschi risalente al 1584, inedita prova dei Carracci. Il percorso proseguirà presso la sede di San Colombano. Collezione Tagliavini dove ammirare il meraviglioso affresco ad opera degli allievi della Scuola dei Carracci, da Guido Reni a Domenichino, noto come “La Gloriosa Gara”. Un unico filo rosso che unisce le due vicine sedi espositive e le opere esposte. I visitatori potranno deliziarsi al suono degli antichi strumenti musicali qui conservati, per immergersi in un’esperienza unica e coinvolgente grazie ad una inedita performance del Maestro Liuwe Tamminga*, che con le sue note riempirà di magia le sale percorse.

*Liuwe Tamminga è considerato uno dei massimi esperti del repertorio organistico italiano del Cinque-Seicento. È organista titolare della Basilica di S. Petronio a Bologna insieme con il Prof. Luigi Ferdinando Tagliavini, collezionista degli strumenti musicali esposti.

Scarica qui il tour.

E’ possibile entrare, con un minimo 10 partecipanti, nelle seguenti date:

  • venerdì 4/03 dalle 16.00
  • sabato 5/03 dalle 10.00
  • giovedì 10/03 dalle 17.30
  • venerdì 11/03 dalle 17.00

Tariffa agevolata:
8 euro a testa biglietto ridotto + 8 euro a testa per entrambe le sedi e concerto per un totale di 16 euro
8 euro a testa biglietto ridotto + 10 euro a testa (visita in lingua) per entrambe le sedi e concerto per un totale di 18 euro

 

Per prenotare, siete pregati di chiamare la segreteria del museo al seguente numero: 051/19936329 dal martedì al sabato dalle ore 11-17.30, o inviando una mail al seguente indirizzo: didattica@genusbononiae.it. Precisando la provenienza da “Bologna Business School”.

 


 

Se vuoi saperne di più:

 

Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni
Via Manzoni 2, Bologna

Affrescato al piano nobile dai giovani Annibale, Agostino e Ludovico Carracci, Palazzo Fava fu definito da Roberto Longhi “un romanzo storico, immaginato sulla grande pittura precedente” capace di oltrepassare le secche del manierismo e di “comunicare direttamente ad apertura, non di libro, ma di finestra”.
È il primo importante ciclo d’affreschi della loro carriera commissionati da Filippo Fava nel 1584, il primo saggio della loro riforma pittorica.
Nella sala dedicata a Giasone, capolavoro indiscusso della pittura seicentesca, i tre artisti rivoluzionarono la tradizionale concezione di partitura narrativa rappresentando più azioni all’interno dello stesso riquadro e raggiungendo momenti di assoluta modernità stilistica. Sui diciotto riquadri di cui è composto il ciclo, spicca l’episodio degli Incanti notturni di Medea con la maga in atto di purificarsi al ruscello sotto i raggi della luna. È “il primo nudo moderno della storia dell’arte”, ha scritto Andrea Emiliani.
San Colombano. Collezione Tagliavini
Via Parigi 5, Bologna

San Colombano è un complesso chiesastico costituito da una serie di edifici aggregati nei secoli, a partire dal VII secolo. Nel recente restauro sono stati riportati alla luce una crocifissione parietale duecentesca attribuita a Giunta Pisano, una cripta medievale e una sepoltura del XIII secolo.
Inaugurato il 21 giugno 2010, il Complesso ospita la collezione di strumenti musicali antichi donata dal Maestro Luigi Ferdinando Tagliavini, costituita da circa novanta pezzi tra clavicembali, spinette, pianoforti clavicordi e altri strumenti, e la biblioteca specializzata del musicologo bolognese Oscar Mischiati.

 

 

 

 

 




ISCRIZIONE

Oops! Non è stato possibile trovare il tuo modulo.

Back To Top