Master in Wealth Management – Gestione del Patrimonio

INVESTIRE NELLE RELAZIONI

Il Wealth Management gode oggi di un panorama in continua evoluzione che include i più diversi settori: investimenti, politica monetaria e fiscale, gestione immobiliare e mutui, previdenza pubblica e privata, sistemi pensionistici, service management, patrimonio familiare e aziendale.

Il Master in Wealth ManagementGestione del Patrimonio, si rivolge a giovani neolaureati che ambiscono a diventare consulenti finanziari e operare all’interno di banche, assicurazioni, società di consulenza, agenzie di intermediazione immobiliare o nell’esercizio della libera professione.

Combinando il sapere accademico della Faculty con la presenza di professionisti del settore, il Master fornisce strumenti di analisi di mercato per formare esperti della gestione del patrimonio che sappiano proporre una consulenza adattata alle esigenze di ciascun cliente, con l’obiettivo di massimizzare i rendimenti e ridurne al contempo i rischi.

L’erogazione di servizi con elevato valore aggiunto è strettamente connessa a doti di empatia e capacità comunicative, a cui il Master in Wealth Management fa fronte con il modulo didattico sulla Customer Understanding, dedicato alla costruzione di relazioni di fiducia con il cliente, e con il supporto di un prestigioso network di imprese e manager con cui entrare in contatto.

Il corso, alla terza edizione, è strutturato in tre cicli che alternano alle lezioni in aula uno stage in azienda. Alla fine dei 12 mesi di Master, verranno rilasciate le certificazioni necessarie ad affrontare subito l’esame per l’ammissione all’albo professionale.

 

Per farti trovare preparato alle nuove sfide di un settore in evoluzione,  contatta il program manager del corso: ti aiuterà a capire se è questa la carriera adatta a te.

IL MASTER È UN INVESTIMENTO.
IL PRESTITO SULL’ONORE È IL MODO DI FINANZIARLO.

 

In partnership:

loghixWEB_wealth

 

 

 


Massimiliano Marzo

Massimiliano Marzo

Direttore Scientifico
massimiliano.marzo@unibo.it

" Il Master in Wealth Management - Gestione del Patrimonio ti consentirà di accedere alla professione di Consulente Finanziario, fornendoti le conoscenze specialistiche richieste per l’iscrizione all’albo. Inoltre, il contenuto della didattica prepara all’esame per acquisire la certificazione EFPA (European Financial Planning Association), il cui test rappresenta un’opportunità senza precedenti in Italia. Per chi desidera accedere alle professioni in ambito bancario questo corso rappresenta un’eccezionale occasione da non perdere. "

PROFILO DELLA CLASSE DAL 2017 AL 2019

BACKGROUND ACCADEMICO

  • 29

    ETÀ MEDIA

  • 32% F - 68% M

    Sesso

STRUTTURA

Il Master in Wealth Management – Gestione del Patrimonio prevede 1500 ore complessive di apprendimento su 12 mesi di studio, suddivise in 360 ore di docenza frontale, 20 ore di laboratorio applicativo, 520 ore stimate di studio individuale e 600 ore di stage oppure project work sul campo.

Le partnership con imprese del settore, insieme ai laboratori di Wealth Planning, favoriscono il perfezionamento di metodi e tecniche applicative avanzate grazie a workshop e seminari integrativi.

La struttura del Master si suddivide in tre cicli:

  • Primo ciclo: dicembre – aprile
  • Secondo ciclo: maggio – luglio
  • Stage: settembre – dicembre

 

CORSI

I fondi alternativi: Hedge e Fondi di Fondi Hedge. I fondi Immobiliari. Caratteristiche di gestione, valutazione, regime commissionale e liquidità interna. Fondi di Venture Capital e Private Equity. Valutazione di beni immobiliari e artistici. La valorizzazione del patrimonio consolidato.  



Elementi di base per la costruzione di un portafoglio efficiente. Il modello media-varianza e Il Capital Asset Pricing Model: limiti e validità. I modelli di portafoglio robusti: Black-Littermann e risk parity (cenni). Metodologie e indici di valutazione degli investimenti e dei Fondi di Investimento



Negli ultimi decenni le pratiche di sostenibilità e la corporate social responsability (CSR) hanno assunto primaria importanza per le imprese così come per la società in generale.

Nonostante molte imprese abbiano sviluppato programmi di sostenibilità durante il corso degli anni, riducendo le emissioni di carbonio e la quantità di rifiuti potenziando dall'altra parte l'efficienza operativa, stiamo assistendo a un miscuglio di tattiche di sostenibilità che non incrementano però strategie sostenibili.

Per essere durevole, una strategia sostenibile deve resistere agli interessi concorrenziali e apparentemente divergenti di tutti gli stakeholders: investitori, impiegati, clienti, governi, ONG, società e ambiente naturale.

Lo scopo di questo corso è quello di iniziare un dibattito intorno al ruolo e al funzionamento delle moderne società nel momento in cui affiorano sfide, opportunità e possibili soluzioni in ambito di sostenibilità. Nello specifico, l'obiettivo del corso è quello di indagare i collegamenti tra sostenibilità CSR e il ruolo chiave che le tecnologie digitali possono ricoprire come mezzo per tradurre le strategie di sostenibilità in risultati effettivi.

Da questa prospettiva sono previsti tre principali obiettivi didattici:

  • Permettere agli studenti di acquisire una solida e robusta comprensione di ciò che significa sostenibilità e corporate social responsability in un contesto di business.
  • Permettere agli studenti di capire gli approcci e le strutture per poter misurare e documentare sostenibilità e CSR nelle organizzazioni
  • Acquisire una comprensione di cosa innovazione orientata alla sostenibilità significhi e come possa essere applicata a un contesto organizzativo digitale.

Per poter raggiungere tali obiettivi, il corso combinerà (i) casi di studio e discussioni in aula; (ii) testimonianze di leader del business e managers che hanno a che fare con questioni legate alla sostenibilità; (iii) lezioni.



La psicologia dell'investitore e la relazione tra consulente e investitore. Come pianificare gli incontri e come sottoporre il questionario Mifid.  Come interpretare le esigenze del cliente in relazione ai suoi obiettivi di vita. 



Il corso si occupa dei temi considerati di maggior rilievo nell’ambito della Digital Culture. Di seguito un’introduzione ai principali argomenti affrontati nel corso:

  1. Elaborazione dati: significato e limitazioni (da Kurt Godel e Alan Turing a Quantum and Beyond)
  2. Counter Culture vs. Cyber Culture (Stewart Brand & Bob Taylor, a la' carte).
  3. Codificazione: Significato e Prospettive.
  4. Internet: Lo and Behold.
  5. Storia del Calcolo
  6. L’ascesa dell’ Intelligenza Artificiale: Of Men and Machines.
  7. Digitalizazzione del testo + Analisi della Letteratura + Mappe + Media Interattivi + Giochi + Design + Media Art: Digital Humanities?
  8. Big Brother in azione: Sorveglianza, Hacking, Privacy, Cyber security e Dati.
  9. Etica, Responsabilità Morale e Responsabilità nell’Elaborazione Dati.
  10. Economia del Nuovo Web.


Disciplina dei contratti bancari, dei servizi di investimento, della gestione collettiva del risparmio, dell'appello al pubblico risparmio e delle società quotate.

Elementi di diritto commerciale. La regolamentazione dell'offerta di servizi finanziari di investimento fuori sede. Mifid e Mifid2 e normative accessorie. La regolamentazione e la normativa di settore. 



Il comportamento degli investitori sul mercato: la reazione di fronte a eventi di stress. La percezione della redditività in relazione all'orizzonte temporale. La classificazione dell'investitore in relazione all'orizzonte temporale di investimento. 



Come presentare un prodotto finanziario: valorizzazione dei punti di forza. La gestione di una rete di vendita di prodotti finanziari. Approcci e tecniche di marketing dei prodotti finanziari. La remunerazione della rete e la gestione della raccolta. 



Le tipologie di strumenti finanziari disponibili sul mercato e loro caratteristiche: azioni, obbligazioni, fondi comuni, fondi di private equity, ETF, ETC. Indici di mercato e loro caratteristiche.  Il pricing degli strumenti finanziari più comuni: titoli di stato e obbligazioni. Duration e Convexity. Elementi di economia della banca e degli intermediari finanziari. 



Tassonomia dei rischi: Rischio di mercato (prezzo), rischio di controparte, rischio di credito, rischio di regolamento, rischio di cambio, rischio di liquidità.  Misure di rischio di mercato  (Var, C-Var ed Expected Shortfall): descrizione, robustezza, strategia di comunicazione del loro significato. Rischio di credito e relative metodologie di copertura (CDS ). Rischio di liquidità: come misurarlo.  Il ruolo degli strumenti derivati: Futures, Forward. Swaps.  Opzioni: gestione del rischio tramite opzioni. 



Sistemi pensionistici e loro sostenibilità nel tempo, in relazione all'andamento demografico e macroeconomico.  Ottimizzazione del piano pensione dell'individuo in relazione alla normativa e alle aspettative di vita e di lavoro. Pianificazione pensionistica e polizze ramo vita.  Private Insurance. 



I fondamenti economici necessari all'interpretazione dei mercati finanziari.  Nozioni di macroeconomia e politica economica di base. L'impatto delle variabili macroeconomiche su quelle finanziarie. Come leggere le informazioni macroeconomiche in funzione di una pianificazione finanziaria e di portafoglio.  L'allocazione del risparmio degli italiani. 



Il regime fiscale degli strumenti finanziari più comunemente utilizzati. Pianificazione e ottimizzazione fiscale degli investimenti e del patrimonio famigliare e individuale, anche in funzione successoria e più in generale di trasferimento di patrimonio. Le strutture legali e fiscali a supporto della continuità del patrimonio. Gli strumenti di protezione non finanziaria del patrimonio (Trust, Private Insurance)



METODOLOGIA

Le sessioni didattiche prevedono diverse metodologie di apprendimento, tra cui lezioni frontali, simulazioni, discussioni di casi aziendali e presentazioni da parte delle aziende, testimonianze, lavori di gruppo.

I corsi core del Master sono integrati dai Laboratori applicativi: approfondimenti di determinati argomenti considerati salienti.

Completano il percorso didattico le master lecture tenute da professionisti provenienti dal mondo dell’impresa, dell’università e della politica e numerose occasioni di confronto e interazione con il mondo delle imprese attraverso case history.

CAREER DEVELOPMENT

L’integrazione con le imprese rappresenta una priorità e un aspetto differenziante in tutti i programmi di Bologna Business School, anche per il Master in Wealth Management – Gestione del Patrimonio.
Creare employability è un’attività a cui la Scuola dedica il massimo impegno attraverso un’azione sistematica di career service, con un’attenzione costante volta a combinare al meglio i progetti professionali degli studenti con le esigenze espresse dalle imprese.
L’internhsip è un ottimo trampolino di lancio, basti considerare che a sei mesi dalla fine dei master full-time di Bologna Business School mediamente oltre il 90% degli studenti è inserito in azienda.

Il Career Service di BBS affianca e accompagna fin da subito gli studenti in un percorso di formazione e di sviluppo professionale attraverso una serie di seminari guidati, con l’obiettivo di fornire gli strumenti e le risorse di base per un’adeguata preparazione al mercato del lavoro.

Per raggiungere questo obiettivo, gli studenti vengono coinvolti in una serie di seminari tra cui:

  • Scrittura CV e Cover Letter
  • Creazione di un efficace profilo Linkedin
  • Come affrontare un’intervista di lavoro

 

Inoltre, grazie alla collaborazione con career counselor professionisti, gli studenti ricevono un servizio personalizzato al fine di capire i propri punti di forza e costruire un piano di sviluppo professionale utile a raggiungere i propri obiettivi nella ricerca di un internship. Questo avviene attraverso:

  • Colloqui iniziali di orientamento
  • Colloqui specifici focalizzati sul proprio piano di carriera
  • Continuo supporto agli studenti attraverso sessioni one – to – one

Tramite il Master in Wealth Management è possibile, a seguito dei relativi anni di esperienza in azienda necessari, accedere alle professione di Wealth Management Specialist.

Alumni

Andrea Caviano

Wealth Manager Assistant, Azimut Wealth Management
Master in Wealth Management (A.A. 2017/2018)

"Sono laureato in materie giuridiche e ritengo che questo Master mi possa aiutare nel riuscire a raggiungere ciò che sogno di fare. Il Master mi ha dato tanto, prima dal punto di vista didattico, permettendomi di apprendere le basi necessarie per approcciarsi a questa professione, grazie alle lezioni di professionisti del settore. Successivamente mi ha dato la possibilità di svolgere lo stage in una delle realtà più importanti del risparmio gestito. Fare un master vuol dire mettersi in gioco, crearsi opportunità, non esiste miglior investimento."

Chiara Scafuri

Private Banker Assistant, Banca Generali Private
Master in Wealth Management (A.A. 2017/2018)

"Ho sempre pensato che il miglior investimento che si possa fare sia quello su se stessi e sulla propria formazione. Grazie al Master in Wealth Management ne ho avuto conferma. Durante questa esperienza sono cresciuta sia in ambito personale che professionale, apprendendo nozioni economico-finanziarie e principi di psicologia legati al comportamento individuale e sociale. Tutto questo mi ha permesso di entrare a far parte di una delle più prestigiose banche Private."

AZIENDE

Obiettivo del Career Service è anche quello di mettere in contatto gli studenti con aziende nazionali e internazionali. Nel corso degli anni Bologna Business School ha infatti creato un ampio network e una solida partnership con le maggiori imprese italiane grazie ad un approccio personalizzato, basato sulle esigenze di ogni singola azienda. La collaborazione si declina attraverso:

  • Invio CV book
  • Condivisione opportunità di internship e di lavoro
  • Presentazioni on campus
  • Career Day
  • Attivazione di project work
  • Attività in aula con testimonianze da parte di manager e/o professionisti HR

 

I nostri partner sono i primi sostenitori dei nostri studenti, attraverso borse di studio, stage e opportunità professionali.

Le imprese partner di Bologna Business School per il Master in Wealth Management – Gestione del Patrimonio sono:

ANALITICA ANASF AZIMUT BANCA INTESA SANPAOLO BANCA MEDIOLANUM CONSULTINVEST CORDUSIO CREDEM BANCA FIDELITY FOR FINANCE GRUPPO GENERALI GRUPPO UNIPOL JP MORGAN KAIROS MARCOPOLO ADVISOR SIMGEST

CONTATTI

     
     
     

CONTATTA

    Leggi la nostra privacy policy

SCARICA BROCHURE

     
     
     

COSTI

La quota di iscrizione al Master è di 11.200 euro (iva esente) da corrispondersi in tre rate:

  • Prima rata: 1.500 euro
  • Seconda rata: 6.000 euro
  • Terza rata: 3.700 euro

La quota comprende la frequenza al Master, tutto il materiale di studio disponibile attraverso la piattaforma on line e l’accesso ai servizi di Bologna Business School, che includono: account personale wi-fi, uso dei pc del Computer Lab, utilizzo delle aree studio, accesso alla palestra interna, agevolazioni per il ristorante della Scuola.
La quota dà diritto a frequentare le attività a supporto della didattica, come i corsi di lingua e le master lecture su invito.
Nel parco della Scuola è disponibile un ampio parcheggio gratuito.

Inoltre, con la Student Card dell’Università di Bologna gli studenti hanno accesso a: tutte le strutture universitarie, tra cui oltre 100 biblioteche, risorse digitali e sale studio (inclusi banche dati e abbonamenti on line); 3 mense universitarie; tariffe universitarie agevolate in una serie di strutture convenzionate. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito dell’Università di Bologna: http://www.unibo.it/it/servizi-e-opportunita

PRESTITI SULL'ONORE

I partecipanti potranno accedere al prestito sull’onore a tasso agevolato fino alla copertura della quota di iscrizione.
Per informazioni scrivere a wealthmanagement@bbs.unibo.it

 

 

BORSE DI STUDIO

Grazie al contributo dei partner, Bologna Business School mette a disposizione borse di studio parziali, assegnate in base al merito, ai primi classificati nelle prove di selezione.

Il costo dell’iscrizione al Master può essere sostenuto o sponsorizzato da soggetti terzi: enti pubblici, fondazioni o aziende.

 

INPS

Il bando di concorso pubblicato da INPS sostiene la partecipazione a Master universitari di I e II livello attraverso l’erogazione di borse di studio fino ad un massimo di euro 10.000.
Le borse sono riservate ai figli e orfani di iscritti e pensionati pubblici. È possibile verificare le modalità di accesso alle borse di studio sul portale INPS, inoltrando la propria candidatura entro e non oltre le ore 12.00 del 30 ottobre 2019.

REQUISITI

L’iscrizione è aperta a tutte le lauree del vecchio e del nuovo ordinamento. La laurea deve essere conseguita entro la data di scadenza delle immatricolazioni al Master.
Per gli uditori non è necessario il titolo di laurea.
L’ammissione al Master è subordinata al superamento della selezione che è composta da:

  • una prova scritta di cultura generale e di test logico-matematici
  • una prova scritta sulla conoscenza della lingua inglese
  • un colloquio motivazionale volto a verificare il progetto professionale del candidato e la sua coerenza con gli obiettivi del Master

PROCESSO DI AMMISSIONE

Il Master si rivolge a candidati che abbiano conseguito una laurea di primo livello prima della scadenza delle immatricolazioni. Il processo di selezione implica:

 

I documenti da anticipare a wealthmanagement@bbs.unibo.it sono:

  • CV
  • Certificato/autocertificazione di laurea con dettaglio esami sostenuti e relative votazioni
  • Fotocopia della Carta d’Identità
  • Certificato TOEFL/IELTS/CAE (opzionale)
  • Certificato GMAT/GRE (opzionale)
  • Copie firmate del modulo d’iscrizione e della ricevuta di pagamento della tassa d’iscrizione, da scaricare connettendosi a “studenti online” dopo la registrazione.

Il processo di selezione si tiene presso Bologna Business School. In linea con il numero di posti disponibili, l’ammissione al corso dipende dalla posizione in graduatoria del candidato che si baserà sul punteggio totale ottenuto durante il processo di selezione.

Per informazioni sul bando di ammissione al Master AA 2019-20 potete contattarci telefonicamente allo 051/2090169 oppure tramite e-mail, scrivendo a wealthmanagement@bbs.unibo.it

FAQs

A differenza della Laurea Magistrale o Specialistica, un Master Universitario, coinvolge gli studenti attivamente su casi concreti, apportando competenze che facilitano l’inserimento immediato nel mondo del lavoro. In particolare, il Master in Gestione d’Impresa, prima dello stage finale, prevede un progetto aziendale che si svolge per tutta la durata del master e 3 progetti aziendali di un mese ciascuno con altrettante imprese dell’indirizzo scelto.
Il Master di secondo livello è accessibile solo a chi possiede una laurea del Vecchio Ordinamento o una laurea Magistrale/Specialistica. Per l’accesso ai Master di primo livello è sufficiente una laurea triennale o una laurea del vecchio ordinamento.
Per accedere a un Master Universitario di I Livello è necessaria almeno la Laurea triennale (o il Diploma di Laurea vecchio ordinamento); per un Master Universitario di II Livello è richiesta la Laurea Magistrale/Specialistica (o il Diploma di Laurea vecchio ordinamento).
Non è consentita l'iscrizione contemporanea a più corsi di studio universitari. Pertanto, qualora tu sia già iscritto a un corso di Laurea di questo o di altro Ateneo, prima di immatricolarti al master è necessario presentare domanda di sospensione studi (“congelamento di carriera”) presso lo sportello di segreteria della Scuola competente. Durante il periodo di sospensione non potrai sostenere esami né accumulare frequenze relative al corso di Laurea sospeso.
Sì, è possibile iscriversi previo riconoscimento del titolo di studio posseduto presso la Rappresentanza Diplomatica Italiana nel Paese dove è stato conseguito. Maggiori dettagli sono disponibili nel bando di concorso.
Effettuata la registrazione e il pagamento della quota richiesta per l’iscrizione, dovrai presentare o spedire a mezzo raccomandata A.R. ad Alma Bologna Business School (Via degli Scalini 18 - 40136 Bologna), i seguenti documenti:

• copia della ricevuta di pagamento del contributo di euro 60,00 per prestazioni amministrative;
• scheda riepilogativa;
• modulo di scelta d’indirizzo compilato (solo per Master in Gestione d'Impresa);
• copia del documenti di identità;
• certificato di laurea (o dichiarazione sostitutiva);
• curriculum vitae;
• eventuali titoli aggiuntivi alla laurea valutabili ai fini dell'ammissione.

No, una volta superate le selezioni si potrà decidere se formalizzare l’iscrizione al Master attraverso l’immatricolazione. È tuttavia indispensabile partecipare al processo di selezione e superarlo per immatricolarsi.
È indispensabile, ai fini dell’immatricolazione, aver acquisito il titolo di studio entro la data di scadenza delle immatricolazioni.
Se hai superato le selezioni, potrai comunque iscriverti come uditore.
Un uditore è un partecipante al Master che, pur avendo superato le selezioni, non dispone di un titolo di Laurea Magistrale/Specialistica/Vecchio Ordinamento o non si è laureato entro i termini previsti dal bando.
I CFU o Crediti Formativi Universitari sono uno strumento per misurare la quantità di lavoro di apprendimento, compreso lo studio individuale, richiesto allo studente per acquisire conoscenze e abilità nelle attività formative previste dai corsi di studio.
Un credito (CFU) corrisponde di norma a 25 ore di lavoro che comprendono lezioni, esercitazioni, etc., ma anche lo studio a casa. Per ogni anno accademico, ad uno studente impegnato a tempo pieno nello studio è richiesta una quantità media di lavoro fissata in 60 crediti, ossia 1500 ore. I CFU si acquisiscono con il superamento dell’esame o altra prova di verifica.
I crediti sono un elemento che consente di comparare diversi corsi di studio delle università italiane ed europee attraverso una valutazione del carico di lavoro richiesto allo studente in determinate aree disciplinari per il raggiungimento di obiettivi formativi definiti. Essi facilitano la mobilità degli studenti tra i diversi corsi di studio, ma anche tra università italiane ed europee. I crediti acquisiti durante un corso di studio possono essere riconosciuti per il proseguimento in altri percorsi di studio.
L’Università di Bologna utilizza il sistema ECTS applicando accuratamente il Sistema Europeo di trasferimento dei crediti (ECTS - European Credit Transfer System) in tutti i corsi di studio di primo ciclo (Laurea), secondo ciclo (Laurea Magistrale) e ciclo unico. L’ECTS è uno standard riconosciuto che nasce con lo scopo di favorire la mobilità degli studenti in ambito europeo e lo scambio culturale. Tale standard permette, infatti, la comparazione dei sistemi di crediti adottati negli istituti universitari e di alta formazione in Europa, per la progettazione e l'attivazione del percorso formativo degli studenti. Ciò permette allo studente che ha studiato in un paese di avere riconosciuti i proprio studi presso l’istituzione di un altro paese che aderisce allo standard.
Sì, ogni Master si articola in più corsi, al termine dei quali è previsto un esame di profitto a cui corrispondono CFU.
Puoi contattare direttamente l’Help Desk, via e-mail: help.studentionline@unibo.it, o telefonicamente: +39 0512099882; oppure puoi fare richiesta on line: https://studenti.unibo.it/sol/welcome.htm
La Scuola organizza diverse occasioni di incontro, confronto, networking, formazione, aggiornamento riservati alla Community degli Alumni (coloro che hanno frequentato un percorso in Bologna Business School). Per approfondimenti visita la sezione Community del nostro sito.
Back To Top