Centomani, di questa terra. Il Global MBA Food and Wine di BBS incontra le eccellenze del territorio

13 April 2018

La scoperta di gusti nuovi, l’incontro con la filiera della qualità e il confronto con i professionisti del settore: sono questi i principali ingredienti usati per creare una giornata dedicata all’eccellenza del territorio, nella suggestiva cornice dell’Antica Corte Pallavicina a Polesine Zibello (PR). Centomani, di questa terra, è il nome della manifestazione tenutasi il 9 aprile scorso, durante la quale gli studenti del Global MBA in Food and Wine hanno potuto conoscere produttori, prodotti, procedure e filiere, vivendo un’esperienza sensoriale a 360 gradi. Una grande festa del gusto, ma soprattutto un’occasione d’incontro e condivisione di valori tra 50 produttori, 50 grandi Chef della regione e illustri ospiti italiani e internazionali.

 

“Essere qui, oggi, è per noi un’importante occasione per conoscere da vicino, e fuori dalle aule, i processi produttivi che stanno dietro ai prodotti di alta qualità di questo territorio, esempio di una vincente unione tra rispetto per la tradizione e innovazione. Abbiamo avuto modo di vivere un’esperienza italiana al cento per cento,” raccontano entusiasti gli studenti di BBS, i quali si sono soffermati a lungo a discutere con i singoli espositori, per capirne i prodotti e i metodi di lavorazione delle materie prime.

 

Centomani è un evento annuale promosso da CheftoChef, l’associazione culturale che riunisce i migliori chef e produttori enogastronomici dell’Emilia-Romagna. I moderni artigiani fanno scuola per l’anno del cibo italiano è il titolo che ha caratterizzato l’edizione 2018, impreziosita dalla presenza di un ospite internazionale, il direttore del Basque Culinary Center, Jo Aizega, e del suo incontro con tre rappresentanti del mondo della formazione: Max Bergami, Dean di Bologna Business School, Luca Govon, docente presso la Scuola internazionale di Cucina Italiana e Andrea Fabbri, professore dell’Università degli studi di Parma.

 

“I piatti,” spiega Massimo Spigaroli, presidente dell’associazione CheftoChef, “raccontano di fatti attuali, valori e sfide per il futuro. Il nostro obiettivo è trasmettere idee e fare scuola, attraverso un evento partecipato dai grandi protagonisti.” Gli Chef e i maestri del gusto sono allo stesso tempo custodi e innovatori di quel saper fare che rappresenta, nel nostro paese come all’estero, l’eccellenza del Made in Italy. Il dialogo con il mondo della formazione è pertanto un’imprescindibile componente dell’integrazione tra le alte professionalità del settore Food and Wine, il territorio e il consumatore finale.

 

Centomani, di questa terra, accoglie persone diverse con tradizioni differenti e racconta la bellezza del nostro paese attraverso il lavoro di chi, ogni giorno, trasforma con passione le materie prime in un’esperienza.

 

Un evento dedicato alla tradizione, dove assaporare il cibo di domani.




ISCRIZIONE

Oops! Non è stato possibile trovare il tuo modulo.

Back To Top