BBS Alumni Network. ITExists – Unconventional Italy

4 July 2016

Dove ti ha portato la tua esperienza dopo BBS? Gli Alumni di BBS ci raccontano i loro progetti. Quello di Martina Teggi e Armando Castaldo, Alumni del Master in Gestione d’impresa Made in italy, è il primo che vi vogliamo raccontare. ITExists


L’importanza della tradizione italiana. Che è al tempo stesso produzione di qualità e marchio di garanzia. Dare visibilità e voce a tutti quei produttori che l’hanno resa famosa, soprattutto dal punto di vista dell’enogastronomia. Il patrimonio chiamato Made in Italy che deve essere promosso e salvato dall’invadenza delle grandi produzioni industriali. Scoprire la tradizione italiana nei luoghi dove nasce, facendo conoscere località fuori dai circuiti turistici più famosi. Questo è il progetto di ITEXISTS.

Martina ha 30 anni e una formazione in lingue orientali. Armando di anni ne ha 31 ed è laureato in filosofia. Si sono entrambi conosciuti al Master. Scoprono il loro carattere durante le lezioni, approfondiscono le loro idee durante le ore di pausa tra una lezione e l’altra. Ma è durante la convivialità delle cene che prende forma l’idea di un progetto basato sul turismo incoming fatto di eccellenze territoriali. Il fatto che Martina e Armando abbiano studiato all’estero consente loro di sapere cosa cercano gli stranieri in Italia e che cosa l’Italia non è in grado di offrire ai turisti stranieri. Poi lo stage dopo il master, nel quale capiscono cosa piace e cosa non piace loro fare. Il test lo fanno con un progetto per un piccolo comune che desiderava aumentare il flusso di turisti nella zona. Il master BBS è una tappa obbligata per completare il profilo professionale e colmare le lacune che in discipline come marketing ed economia. Per chi come Martina e Armando proviene da studi umanistici il Master in Gestione di impresa è la scelta che garantisce una formazione ampia, uno sguardo efficace e d’assieme su come funziona una azienda.

La parola chiave è “esperienza”. Negli eventi organizzati da ITExists non è un solo senso ad essere coinvolto: si tenta di fornire un’esperienza a 360 gradi. Massima attenzione alla bellezza del luogo e all’atmosfera che si crea. Alla base c’è una selezione accurata dei produttori. Il tutto parte dalla narrazione di un luogo, di un contesto, per poi soddisfare il palato con i prodotti enogastronomici locali e, quando è possibile, completare l’esperienza con un accompagnamento musicale. Questa attenzione per il cliente crea una relazione forte e duratura. A Martina e Armando non interessano i pacchetti di persone buttate su un autobus e portate a spasso con un ombrellino in mano. Si punta piuttosto su idee originali e una cura dell’aspetto estetico. ITExists lavora taylor made. Il cliente che viene chiamato per nome, perché alla base del rapporto c’è fiducia, rispetto, consuetudine. Il cliente si ricorda dell’esperienza e torna a contattarli spesso. Una modalità di rapporto che raccoglie anche una consistente fetta di turisti italiani, interessati a il territorio che abitano ma che non conoscono.

Martina, Armando ed Enrico, uno degli imprenditori che ha creduto nel progetto. Armando si occupa di comunicazione, Martina si occupa del prodotto ed Enrico del commerciale e amministrativo. Ma ITExists, un po’ per necessità un po’ per predisposizione, lavora come un team dove tutti fanno tutto, aiutandosi. Chi si occupa della creazione del prodotto e della gestione dei fornitori, chi dei contatti con i tour operator stranieri e chi dei contenuti testuali e grafici.

Il bello di una start up è il brainstorming continuo. Anche scegliere una foto diventa un confronto, che avviene in una unica stanza dove si comunica ei s condivide. Una struttura portante nella quale molti servizi sono esternalizzati. Dietro un tour c’è la guida c’è il trasporto c’è il ristoratore c’è l’albergo, tutti i servizi per i quali ITExists è il collante.

Punti di forza: l’attenzione alla qualità del prodotto, soprattutto quello enogastronomico, puntando soprattutto su quelli biologici o presidi slow food. Punti di debolezza: la difficoltà del ruolo, a mediare costantemente fra il cliente finale e i partner. C’è un grossissimo lavoro di creazione di fiducia che non deve essere mai disatteso. Chi compra il pacchetto vede direttamente il produttore, che deve confermare le aspettative di qualità.

Se alcune piattaforme di turismo sul digitale sono come supermercati, dove prezzo e qualità sono inversamente proporzionali, ITExists si comporta come una bottega. Ci si gioca tutto sulla comunicazione per fare capire la convenienza nell’essere trattati in guanti bianchi. Il Futuro: creare una rete sempre più solida, intelligente e intercambiabile di partnership in grado di soddisfare anche in modo combinatorio le necessità creative di ITExists e le aspettative dei clienti. Solo con una rete funzionante e ben oliata è possibile aumentare il volume di affari. E portare le persone a vivere esperienze turistiche di qualità.

 


Leggi qui tutti gli altri racconti.

Sei un Alumnus/a di BBS? Hai un tuo progetto da raccontare? scrivi a marketing@bbs.unibo.it




ISCRIZIONE

Oops! Non è stato possibile trovare il tuo modulo.

Back To Top