BBS Alumni Network. Chianti Life.

15 August 2016

Dove ti ha portato la tua esperienza dopo BBS? Gli Alumni di BBS ci raccontano i loro progetti. In questa edizione di BBS Alumni Network ti presentiamo Simone Serni, Alumnus del Master in Marketing, Communication and New Media. Il suo progetto: Chianti Life.


Una laurea in Scienze Politiche con indirizzo in Comunicazione e Mass Media. Poi una lunga esperienza nel marketing e nella comunicazione digital. Simone Serni, Alumnus del Master in Marketing e Comunicazione di quando Bologna Business School si chiamava ancora Alma Graduate School, ha presentato alla BBS Digital Fair del 2 luglio un suo progetto di promozione del territorio denominato Chianti Life. Ma chiacchierare con lui è stata l’occasione anche per fare qualche considerazione professionale.

 

Marketing Manager

Da Imola a Bologna la distanza non è molta, ma per Simone la crescita intercorsa da un’azienda imolese ad una bolognese si misura in dieci anni di duro lavoro e alta specializzazione. Oggi è Marketing Manager e suggerisce ai più giovani “Se volete lavorare nel marketing dovete avere le idee chiare e sentirvi motivati, i risultati arrivano solo nel medio-lungo periodo”. E così è stato per lui. Dopo la scelta del Master in Bologna Business School, Simone inizia un percorso professionale nel marketing che diventa professione e passione. “La scelta del Master in BBS fu inizialmente per aggiungere professionalità agli studi universitari.”

 

L’esperienza in BBS

“Il Master ti fa crescere nella gestione dei tempi e delle soluzioni. Crea molta empatia e unione tra gli studenti. Serve anche a rafforzare le competenze di gestione e relazione in un team, utilissimo per affrontare la quotidianità del lavoro.” I ricordi di Simone in BBS sono legati soprattutto ai ritmi delle attività. “Ricordo giornate intere trascorse nelle aule e poi subito con tenacia sui progetti da consegnare per i giorni successivi o addirittura per il giorno dopo.” Un anno che Simone ritiene fondamentale per prendere contatto con il mondo del lavoro e le sue dinamiche.

 

Chianti Life

“Da alcuni mesi ho lanciato il progetto Chianti Life, un portale di promozione culturale e turistica dedicato al Chianti.” Che non è solo un tipo di vino, ma è una zona geografica ricca di storia e cultura. “Di progetti di promozione del Chianti ne esistono già molti finanziati da Regione, enti locali, Unione Europea. Il mio portale parte dal presupposto che il Chianti non è solo un marchio commerciale, ma è prima di tutto uno stile di vita.” L’obiettivo del progetto è quello di creare un brand riconosciuto, Chianti Life, attraverso il quale promuovere realmente la già famosa terra toscana. “Chianti è fra le 20 parole più conosciute dagli stranieri. Questo dato fa riflettere su un contesto interessante per un futuro e-commerce. Il passo successivo sarà creare un negozio fisico con questo marchio nella zona del Chianti.”

 

Gli esperti del settore

Simone, che per hobby gestisce un blog in cui scrive consigli e novità in merito a marketing e comunicazione, nota la proliferazione di consulenti che vendono la loro professionalità con uno stile troppo spesso di piazzisti. “Da quando ho creato il mio blog, ho notato una vera e propria invasione di esperti Linkedin, Facebook, Google+. Ormai fare capire che sei un professionista vero è diventato difficile.” Per Simone non è un problema, visto che la sua esperienza professionale si è formata con un Master e in più di dieci anni di lavoro aziendale. “Le piccole aziende spesso cercano soluzioni per le loro nuove necessità del web. Il problema è che non selezionano con consapevolezza i professionisti a cui affidarsi, né le corrette persone interne, dando in mano ad inconsapevoli stagisti la comunicazione web aziendale. E’ vero, le aziende non sono aiutate da un mercato superaffollato di esperti a buon mercato, ma è anche vero che manca un’alfabetizzazione web corretta e approfondita anche da parte di proprietari e manager d’azienda. Tale mancanza, oggi, è inammissibile.

 

Digital Fair

Simone è stato uno dei 35 espositori alla Digital Fair di Bologna Business School del 2 luglio. Di là dal confronto fruttuoso con professionisti imprenditori e progetti molto diversi fra loro, Simone avanza una proposta per un possibile sviluppo della Fiera targata BBS. “La Digital Fair potrebbe essere un evento interessante per gli studenti che stanno già facendo un Master o per quanti sono interessati a entrare in BBS. Perché è un’ottima occasione di raccolta di informazioni sulla Scuola attraverso i suoi casi di successo.”

 

Alcuni consigli

Ecco come risponde Simone al nostro invito a dare consigli ai più giovani: “Cercate di capire con chiarezza cosa volete fare nella vita. Il marketing o il social media marketing è un argomento molto attuale, ma si tratta di un duro lavoro quotidiano che non dà risultati immediati. Non si può certo diventare dei professionisti facendo dei semplici corsi privati di qualche giornata o dando una mano ad un amico. Investite in conoscenza e imparate in azienda partendo dal basso.” E poi un consiglio dal valore universale: “Se volete fare vera carriera dovete avere padronanza dell’inglese quasi da madrelingua”.


Leggi qui tutti gli altri racconti.

Sei un Alumnus/a di BBS? Hai un tuo progetto da raccontare? scrivi a marketing@bbs.unibo.it




ISCRIZIONE

Oops! Non è stato possibile trovare il tuo modulo.

Back To Top