Antonio Croce: sette borse di studio per gli studenti MGI

31 July 2015

Antonio Screpis, Presidente e fondatore di Antonio Croce, ha donato a conclusione di un project work sette borse di studio da 2.000 € l’una ad altrettanti studenti del Master full-time in Gestione d’impresa.

Il project work, uno dei tre previsti ogni anno per le classi del Master Full-time in Gestione d’impresa, ha coinvolto gli studenti dei track in Mercati Asiatici e Made in Italy per definire la brand experience e le potenzialità commerciali di un marchio specifico in estremo oriente. Dopo la presentazione dei lavori, una sorpresa: Antonio Screpis ha annunciato che avrebbe dato sette borse di studio da 2.000 €.

Ha messo in palio ben sette borse di studio, a patto che gli studenti non lo sapessero prima della chiusura del project work. Perché?
Perché credo nei giovani e voglio dare loro possibilità di esprimersi al meglio, senza che prendano in considerazione come fattore “a priori” la parte economica. Poi trovo più giusto premiare le persone per quello che hanno fatto più che per quello che faranno.
Ho deciso di dare sette borse di studio per premiare tutti i membri dei due gruppi che hanno presentato i progetti più interessanti: quattro studenti MGI Made in Italy e tre MGI Mercati Asiatici. Sono contento dei risultati e vorrei prendere alcuni studenti in stage e in seguito anche per un’assunzione. Parliamo di un tempo determinato iniziale poi a seconda di quello che daranno ognuno si costruirà la propria strada.

Sulla base di quali caratteristiche sceglie i suoi collaboratori più giovani?
L’intraprendenza e la passione per quello che fanno. Non importa il mestiere, la passione è fondamentale. L’intraprendenza aiuta nella vita in generale. Credo più nel perché fai qualcosa, piuttosto che in quello che fai.

Trova più importanti le competenze tecniche o una certa attitudine personale? Come si bilanciano questi due elementi in un collaboratore che sceglie?
Per me l’equilibrio è importantissimo: cinquanta e cinquanta, senza eccessi da una parte o dall’altra.

Quali consigli si sentirebbe di dare a chi sta intraprendendo una carriera in azienda?
Do il consiglio che mi davo quotidianamente quando lavoravo in un’azienda: difendi in continuazione l’azienda. Falla risparmiare, fai anche cose che non ti competono se aiutano l’azienda. Non vale per ogni luogo di lavoro, ma nelle imprese a conduzione familiare in cui i risultati diretti del proprio lavoro si vedono sì. Nel momento in cui porti benefici all’impresa, ne porti anche a te stesso.

 




ISCRIZIONE

Oops! Non è stato possibile trovare il tuo modulo.

Back To Top