Patrimonio, innovazione ed eccellenza: gli ingredienti della formazione italiana

10 August 2017

L’Italia è famosa nel mondo per essere il paese dell’arte, del buon cibo, del design e della meccanica. Parte del valore che rende questi settori rappresentativi del paese è dato dalla storicità della loro importanza: ognuno, infatti, testimonia un patrimonio di usi che spesso affondano le loro radici in secoli di storia.

Il valore della tradizione italiana si manifesta prima di tutto nella forza di numerose imprese storiche, che sono anche alla base dello sviluppo dei territori in cui operano. A differenza di queste realtà, che nel corso del tempo hanno acquisito un prestigio riconosciuto in tutto il mondo, le nuove imprese italiane devono affrontare la sfida di bilanciare l’eredità, il valore della tradizione con la capacità di innovare continuamente, rimanendo al passo con l’evoluzione dei mercati.

In questo senso l’Italia è un paese esemplare, preso a modello da quanti vogliono analizzare come la storia e il patrimonio delle tradizioni non soltanto siano in grado di convivere con l’innovazione, ma rappresentino, per questa, fonti d’ispirazione.

C’è una regione in particolare che concentra sul suo territorio un vasto numero di imprese dal marcato carattere innovativo: l’Emilia Romagna. Qui si sono create sinergie uniche tra imprenditori e istituzioni politiche e culturali, prima fra tutte l’Università di Bologna. L’Alma Mater Studiorum è l’ateneo più antico del mondo occidentale, fondato nel 1088. La città di Bologna ha da sempre beneficiato della presenza di questa istituzione, diventando un polo d’attrazione per gli studenti di tutto il mondo e arricchendo la sua cultura dei contributi esteri. Anche negli ultimi decenni l’università bolognese è stata promotrice di importanti iniziative europee: nel 1988 è stata sottoscritta la Magna Charta Universitatum Europaeum, che ribadisce il legame inscindibile tra attività didattica e di ricerca, rifiutando i limiti imposti da ogni frontiera geografica o politica. Del 1999 è la Dichiarazione di Bologna, volta a ristrutturare in maniera omogenea i sistemi universitari, in modo da creare un’area comune europea d’istruzione superiore.

I risultati sono evidenti, infatti sono tantissimi i giovani europei ed extraeuropei che scelgono la città di Bologna per motivi di studio. Gli studenti del settore business e marketing, in particolare, trovano in questa città la quadratura perfetta tra teoria e pratica. Se da un lato si avvalgono degli insegnamenti di uno degli atenei più importanti al mondo, d’altro canto possono beneficiare di workshop e internship promossi dalle aziende.

BBS è un esempio concreto di sintesi ben riuscita tra tradizione e innovazione: nell’atmosfera unica di una villa del sedicesimo secolo, situata sulle colline di Bologna, studenti provenienti da tutto il mondo incontrano una Faculty composta da accademici, manager e imprenditori.

L’offerta di formativa in lingua inglese di Bologna Business School comprende anzitutto i Global MBA e numerosi Master Full-Time. Tutti i piani di studio sono pensati per affrontare il mercato del lavoro contemporaneo, con uno sguardo attento alla formazione delle figure professionali chiave nel campo del digital business: i tre indirizzi del Master in Digital Technology Management (Artificial Intelligence, Cyber Security, Digital Project Management) offrono le competenze tecniche necessarie nella gestione delle nuove tecnologie e le capacità manageriali indispensabili a ricoprire ruoli decisionali.

Il Master in Marketing, Communication and New Media risponde alle esigenze crescenti delle aziende, che investono sempre più in marketing e advertising online per migliorare le relazioni con i consumatori e acquisire nuovi clienti. Il Master in HR & Organization mira a preparare laureati di qualsiasi disciplina a padroneggiare i problemi della progettazione organizzativa e le sfide che presenta la gestione delle risorse umane in contesti multiculturali. Infine il Master in Data Science è dedicato a quanti vogliono avvicinarsi al mondo dell’analisi dei dati, tramite una preparazione informatica solida, la comprensione degli aspetti tecnologici e la conoscenza delle dinamiche aziendali.

Gli studenti che scelgono il polo bolognese per gli anni della loro formazione, oltre a beneficiare di un’istruzione comprovata da una storia quasi millenaria, hanno la fortuna di vivere una città posizionata in una zona strategica di comunicazione con le più importanti città italiane (con l’alta velocità in un’ora si raggiunge Milano, Firenze in 35 minuti, Roma in meno di due ore, e in un’ora e mezza si è a Venezia).Il suo aeroporto consente inoltre spostamenti rapidi verso tutte le principali città europee.

Bologna è poi ricca di stimoli, nei settori più disparati: dal cinema alla musica, dall’arte alla natura, senza dimenticare il buon cibo.




ISCRIZIONE

Oops! Non è stato possibile trovare il tuo modulo.

Back To Top